venerdì 7 dicembre 2012

La scuola delle mogli - trama


L'École des femmes è un'opera del Molière più maturo, messa in scena per la prima volta il 26 Dicembre del 1662 al Palais Royale di Parigi. Si ritiene che la commedia avesse una vena autobiografica di fondo, infatti l'anno precedente Molière aveva sposato la giovane Armande Béjart, sorella (ma quasi sicuramente figlia) di Madelaine, l'attrice con la quale aveva intessuto una importante relazione.


Il tema di fondo de La scuola delle mogli è il contrasto tra l'irrazionalità di un uomo (Arnolfo) succube della sua gelosia e la ragione espressa da Crisaldo, che cerca di riportare l'uomo alla realtà delle cose.
Arnolfo decide di sposare una giovane educata fin da bambina alla più profonda ingenuità e semplicità. Infatti è convinto che solo le donne educate, istruite e mondane siano in grado di tradire un uomo. Invece la ragazza che sta per sposare è talmente ingenua e semplice da non poter nemmeno comprendere la possibilità di tradire. Sarà invece  questa stessa ingenuità a farla cadere nelle braccia di un'altro uomo proprio perché "semplicemente" innamorata. Nel precedente articolo abbiamo visto come La scuola delle mogli provocò scandalo nella parigi dell'epoca e fu causa di non pochi problemi per Molière (come avverrà tra l'altro anche per Il Tartufo e il Don Giovanni). Ma se volessimo declinarla ai giorni nostri potremmo tranquillante vederci una stupenda commedia romantica in cui l'amore vince su tutto, in quanto sentimento genuino, viscerale, senza sovrastrutture intellettuali. Si tratta di un bellissimo esempio di ciò che dovrebbe essere l'Amore con la maiuscola: un sentimento irrazionale a cui non si può dare una spiegazione.

Di seguito una esile trama della commedia.

Arnolfo è deciso a sposare Agnese, ma il suo amico Crisaldo cerca di farlo ragionare sulla cosa: come, proprio lui che è il primo a prendersi gioco delle sventure dei mariti, vuole candidarsi a portare le corna? Ma Arnolfo difende la sua teoria sulla impossibilità di tradire da parte di Agnese a causa della sua semplicità. Intanto Orazio, figlio di un altro grande amico di Arnolfo, Oronte, si invaghisce della ragazza e dice ad Arnolfo di volerla sposare. Ma nessuno dei due sa di parlare della stessa ragazza.
Agnese ospita Orazio e quando Arnolfo lo viene a sapere si rivolge a lei domandandole cosa pensa di Orazio. La ragazza ammette di apprezzare il pretendente e il tutore decide che è il caso di sposarla subito.
Orazio racconta proprio ad Arnolfo il suo amore per Agnese, non sapendo che è proprio lui il suo prossimo marito. Quando Orazio tenta di fuggire con Agnese viene brutalmente bastonato. Arnolfo vorrebbe rinchiudere Agnese in un convento la ma scaltrezza di lei lo porteranno a soccombere e un colpo di scena finale decreterà il matrimonio tra Agnese e Orazio.

Condividi questo articolo su facebook Condividi su Facebook

Articoli correlati per categorie




Se ti è piaciuto l'articolo,iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

1 commento:

  1. IGNORANTI: "UN'ALTRO UOMO" CON L'APOSTROFO E' DA CODICE PENALE

    RispondiElimina

è accettato ogni tipo di commento, soprattutto se in disaccordo con il contenuto del post. I commenti che contengono offese personali (a chiunque siano dirette) verranno cancellati.