lunedì 8 giugno 2009

STEREO di David Cronenberg, 1969.

Stereo è il primo film di David Cronenberg. Si tratta del primo lavoro di una certa importanza dopo che il regista canadese aveva mosso i primi passi con due cortometraggi, Trasfert e From The Drain. Stereo è un mediometraggio in bianco e nero di 63 minuti, girato nel 1969, in 35 mm, in cui Cronenberg si occupò della regia, della sceneggiatura, della fotografia e del montaggio. Come ho già accennato nella biografia di David Cronenberg, il budget per Stereo era di 3500 dollari, ma ne furono spesi 8.500 che furono però recuperati grazie all’acquisto della pellicola da parte dell’ International Film Archives di New York per 10.000 dollari. Come nei cortometraggi citati anche in Stereo David Cronenberg inizia a sviluppare i temi tipici del suo cinema, subito evidenti dalla trama.

Trama di Stereo di David Cronenberg.

La colonna sonora di Stereo è ridotta alla sola voce narrante che parla di esperimenti scientifici di cibernetica social-umana. Si vede atterrare un elicottero nel cortile di un enorme edificio, un uomo con un mantello nero scende. La Canadian Academy For Erotic Enquiry (Accademia per la ricerca erotica) sta conducendo esperimenti di chirurgia cerebrale che conferisce ai soggetti delle capacità telepatiche.

Il dottore responsabile del progetto è Luther Stringfellow, ma è assente. Lo scopo delle droghe sintetiche che vengono somministrate ai pazienti è il raggiungimento della “omnisessualità”, una sessualità completa, piena e tridimensionale. In Stereo viene presentata una concezione della sessualità che oltrepassa i concetti di etero, omo o bisessualità. Si tratta della creazione di un uomo nuovo, un uomo tridimensionale.

L’uomo che atterra all’inizio in elicottero si unisce ai soggetti che già si sono sottoposti agli interventi di chirurgia cerebrale. Ci vengono mostrati che camminano e corrono per i corridoi, che mostrano un legame telepatico di dipendenza con i ricercatori. Due dei soggetti si suicidano e Stereo si conclude con la voce del narratore il quale ci informa che i dati sull’interazione psichica dei restanti sei soggetti devono ancora essere analizzati.

Come è evidente Stereo contiene alcuni dei temi fondamentali della cinematografia di David Cronenberg, primo fra tutti il tema della modificazione degli stati mentali e delle capacità psichiche potenziate. Saranno temi che torneranno in film come Scanners, Videodrome, La zona morta, eXistenZ.

Galleria fotografica.

Vita di David Cronenberg.

Condividi questo articolo su facebook Condividi su Facebook

Articoli correlati per categorie




Se ti è piaciuto l'articolo,iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

8 commenti:

  1. Bè questo lo avevo perso e dopo quello che ho letto dovrò recuperarlo.
    Sai per caso di chi è il soggetto..comunque la trama è assolutamente fantastica, sembra un prequel de Il Pasto Nudo...

    RispondiElimina
  2. credo di non sbagliare se dico che si tratti tutta di farina del sacco di cronenberg. In questo periodo fa tutto da solo. Si tratta di una buona opera prima, (dopo i due cortometraggi). Il collegamento a il pasto nudo non è sbagliato...ma del resto in una filmografia così compatta come quella di cronenberg, le corrispondenze tra i film sono moltissime.

    RispondiElimina
  3. Si fino ad Existenz è come se il cinema di Cronemberg fosse un lungo ed unico discorso che si dipana attraverso le varie tappe della sua filmografia

    RispondiElimina
  4. Uhm ... è il caso di farci un pensierino.

    RispondiElimina
  5. Questo suo primo lavoro mi manca. Cronenberg mi piace molto, e questa lacuna ho sempre cercato di colmarla.

    RispondiElimina
  6. Chiara Baldanzi15 gennaio 2015 15:23

    Comunicato Stampa

    Il festival diventa un grande progetto culturale con importanti mostre internazionali.
    David Cronenberg star dell’11/mo Lucca Film Festival
    Al regista canadese sarà dedicata una retrospettiva completa dei suoi film e diverse mostre

    Sarà David Cronenberg, regista, sceneggiatore, produttore e scrittore canadese, l'ospite d'onore della undicesima edizione del Lucca Film Festival, che si terrà dal 15 al 21 marzo nell’omonima cittadina toscana. Le iniziative dedicate all’autore di film-cult quali Videodrome, La Mosca e i più recenti A History of Violence e Cosmopolis partiranno il 15 febbraio con l’apertura di varie mostre internazionali – di cui una in anteprima italiana – che coinvolgeranno diverse location (le mostre rimarranno aperte fino al 3 maggio).

    Il Festival è tra gli eventi di punta delle manifestazioni organizzate e sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e le mostre dedicate a Cronenberg sono organizzate insieme al “Comitato Nuovi Eventi per Lucca” e sostenute da Banca Pictet e Société Générale. Si avvale inoltre del supporto di Banca Generali Private Banking, Regione Toscana, Comune di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, della collaborazione di Provincia di Lucca, Fondazione Sistema Toscana, Fondazione Centro Arti Visive, Photolux Festival e del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

    David Cronenberg sarà presente a Lucca nei giorni del festival per partecipare al programma previsto di proiezioni, incontri, conferenze e concerti (dedicati alle colonne sonore dei suoi film), che sarà realizzato in collaborazione con il Toronto International Film Festival e con la società Volumina di Torino. I biglietti di ogni attività saranno a breve acquistabili e/o prenotabili online sul sito del festival (www.luccafilmfestival.it).

    “Il festival – ha spiegato il presidente Nicola Borrelli - che grazie al successo del 2014 con David Lynch, continua a crescere esponenzialmente, si appresta quindi a diventare il grande evento cinematografico italiano, e non solo, che congiunge inverno e primavera con un progetto culturale di ampio respiro internazionale”.

    I lungometraggi di Cronenberg che saranno proiettati sono: Stereo (1969); Crimes of the future (1970); Il demone sotto la pelle (Shivers) (1975); Rabid - Sete di sangue (1977); Veloci di mestiere (1979); The Brood - La covata malefica (1979); Scanners (1981); Videodrome (1983); La zona morta (1983). E poi La mosca (1986); Inseparabili (1988); Il pasto nudo (1991); M. Butterfly (1993); Crash (1996); eXistenZ (1999); Spider (2002); A History of Violence (2005); La promessa dell'assassino (2007); A Dangerous Method (2011); Cosmopolis (2012) e Maps to the Stars (2014).

    Il Lucca Film Festival è un evento a cadenza annuale di celebrazione e diffusione della cultura cinematografica. Attraverso proiezioni, mostre, convegni e performance – spaziando dal cinema mainstream allo sperimentale – il festival riesce a coinvolgere ogni anno un pubblico sempre più ampio. Nel corso delle edizioni, il Lucca Film Festival è riuscito a distinguersi tra i tanti mediante programmazioni audaci ma al contempo attentamente studiate; è stato capace di omaggiare personalità affermate del mondo del cinema, di riscoprirne altre e “scommettere” su di nuove. A coronare il tutto contribuisce la bella cornice di Lucca, città in cui il festival si è ormai imposto come appuntamento atteso ed imperdibile.

    www.luccafilmfestival.it ;Lucca Film Festival (indirizzo sede: via delle Tagliate II°, traversa I°, n 64 55100 Lucca); segreteria.lff@gmail.com.

    Ufficio Stampa Lucca Film Festival: PS Comunicazione di Antonio Pirozzi (339/5238132) e Davis & Franceschini – Lea Codognato/Caterina Briganti - tel. 055/2347273 (info@davisefranceschini.it); Relazioni esterne Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca: Marcello Petrozziello (0583 472627; 340 6550425); comunicazione@fondazionecarilucca.

    RispondiElimina
  7. LUCCA FILM FESTIVAL 2015
    11th edition
    presenta
    David Cronenberg
    Evolution. Lucca/Fondazione Ragghianti
    Video promozionale: http://youtu.be/Q_tnWs_MT50
    M.Butterfly. Lucca/Puccini Museum – Casa Natale
    Red Cars. Lucca/Archivio di Stato (ex-Macelli)
    Video promozionale: http://youtu.be/3KkhaEi9ByE
    Chromosomes. Viareggio/GAMC Galleria Arte Moderna e Contemporanea
    Video promozionale: http://youtu.be/OGE_cWKgNsw
    All’Archivio di Stato di Lucca, Red Cars è visibile nella sua forma di installazione multimediale, curata da Domenico De Gaetano e Alessandro Romanini. La storia di Hill e Von Trips è raccontata attraverso immagini, parole e video con un’atmosfera che evoca suggestioni tratte dall’abstrac painting e dalla pop art. Sarà possibile acquistare il libro oggetto Red Cars, vero e proprio oggetto d’arte, impreziosito da un modellino della Ferrari, esclusivamente prodotto per l’occasione dalla Brumm.
    15 febbraio – 3 maggio 2015


    Info:
    Lucca Film Festival - via delle Tagliate II°, traversa I°, n 64 55100 Lucca - segreteria.lff@gmail.com. www.luccafilmfestival.it ;
    Ufficio Stampa Lucca Film Festival
    Davis & Franceschini – Lea Codognato/Caterina Briganti - tel. + 39 055/2347273
    info@davisefranceschini.it - www.davisefranceschini.it
    PS Comunicazione di Antonio Pirozzi - + 39 339/5238132
    Relazioni esterne Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca

    RispondiElimina
  8. Comunicato stampa
    Omaggio a David Cronenberg: in programma la retrospettiva completa e tre mostre internazionali
    Jeremy Irons, Terry Gilliam, Alfonso Cuarón e Matteo Garrone
    al Lucca Film Festival e Europa Cinema 2015
    Dal 15 al 22 marzo retrospettive, lezioni di cinema e incontri con gli autori internazionali
    Sarà ospite del festival anche il regista sperimentale Roberto Nanni
    Grande festa finale con della terza edizione di Lucca Effetto cinema Notte
    Saranno Jeremy Irons, Terry Gilliam, Alfonso Cuarón e Matteo Garrone e gli ospiti dell’11/ma edizione del Lucca Film Festival che si terrà dal 15 al 22 marzo in vari spazi dell’omonima cittadina toscana e di Viareggio. A ogni ospite presente sarà dedicato un omaggio con proiezioni, serate di gala e lezioni di cinema. Il festival celebra il regista canadese David Cronenberg – impossibilitato a partecipare a causa di problemi personali ma presente via skype in vari appuntamenti – con una retrospettiva completa dei suoi lungometraggi, tre mostre e un concerto che riproporrà alcune delle sue più belle colonne sonore. Tra gli eventi anche l’omaggio aRoberto Nanni, regista di cinema sperimentale; una giornata dedicata a Mario Monicelli (in occasione dei cento anni dalla nascita) e il consueto Concorso internazionale di cortometraggi. In programma, a chiusura del festival, Lucca Effetto Cinema Notte, in cui la città diventerà un vero e proprio set cinematografico all’aperto. Gli eventi che si svolgeranno a Viareggio faranno parte delle iniziative di “Europa Cinema” che da quest’anno è unito al Lucca Film Festival.

    Concorso internazionale di cortometraggi
    Il concorso presenta 26 i corti in competizione, firmati da esordienti e nomi illustri, come Alessandro Amaducci, videoartista torinese di grande rilevanza nel panorama italiano, Nicolas Provost, regista e visual artist belga di fama internazionale. All’interno della sezione anche uno sguardo interessante al cinema sperimentale coreano, con una serie di corti d’animazione. Graham Greene, attore candidato all’oscar, sarà protagonista di uno dei corti del concorso diretto da Ray Arthur Wang. La giuria internazionale sarà composta da Mason Shefa, giovanissimo regista sperimentale americano, Cynthia Tompkins, professoressa della Arizona State University e Francesco Alò, giornalista e critico italiano e Antoni Pinent, cineasta spagnolo più volte in concorso al festival. La premiazione del concorso si terrà venerdì 20 alle 21.00 presso il Cinema Moderno.
    Lucca Effetto Cinema Notte (21 marzo)
    La terza edizione di Lucca Effetto Cinema Notte si terrà il 21 marzo, in occasione della chiusura del festival. Trasformerà la città in un set cinematografico a cielo aperto. La città toscana sarà divisa in dieci aree tematiche, ispirate ad altrettanti generi cinematografici, 43 location saranno allestite come set dei film di riferimento (progetto ideato da Stefano Giuntini per la Fondazione Banca del Monte di Lucca).

    RispondiElimina

è accettato ogni tipo di commento, soprattutto se in disaccordo con il contenuto del post. I commenti che contengono offese personali (a chiunque siano dirette) verranno cancellati.