martedì 24 marzo 2009

"Matrix": pillola azzurra o pillola rossa?

Cosa aggiungere alle migliaia di pagine che son state spese sul film Matrix, dei fratelli Wachowski? Si tratta di un film che anche le pietre hanno visto, campione di incassi e vincitore di quattro premi oscar. Naturalmente tratteremo questo film per ciò che interessa il discorso che abbiamo seguito attraverso Vanilla Sky, eXistenZ e The Truman Show, ossia della possibilità che il mondo in cui viviamo non sia quello reale ma un sogno (Vanilla Sky), un videogame (eXistenZ) o uno show televisivo (The Truman Show).

Il caso di Matrix è davvero estremo: il mondo come lo conosciamo ora e infatti scomparso da centinaia di anni e le macchine, che hanno preso il dominio sulla vita, mantengono gli essere umani in speciali contenitori allo scopo di trarne energia. Matrix è il sistema di impulsi elettrici inviati al cervello di queste larve umane, che serve a mantenerli sotto controllo attraverso l’induzione dell’illusione di vivere nel XX secolo. Solo una banda di ribelli è riuscita a svincolarsi da Matrix e a creare una sorta di fronte rivoluzionario, capeggiato da Morpheus, con lo scopo di restaurare l’antico dominio dell’uomo.

Come in Vanilla Sky c’è l’idea del corpo tenuto in qualche modo in uno stato di coma indotto e quella dell’illusione di continuare a vivere come se fosse la realtà effettiva. In più c’è questo dominio delle macchine che hanno preso il sopravvento sull’essere organico, biologico. Queste macchine però sono legate da una specie di cordone ombelicale all’uomo che le ha create perché è grazie a quei corpi coltivati che ottengono l’energia necessaria. L’uomo in un certo senso non è del tutto scomparso e anzi si intravede la possibilità di una riscossa e di una rivoluzione.

Nel film Matrix il tema che più mi affascina è la possibilità della scelta: in una scena famosa Morpheus mette davanti agli occhi di Neo due pillole, azzurra e rossa e pronuncia le seguenti parole: “E’ la tua ultima occasione, se rinunci non ne avrai altre. Pillola azzurra: fine della storia. Domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quanto è profonda la tana del bianconiglio”. Mentre Neo avvicina la mano verso la pillola rossa aggiunge: “Ti sto offrendo solo la verità”. Neo ha scelto la strada della verità naturalmente, altrimenti il film sarebbe fini lì e buonanotte. Ma non è così automatica la scelta. Visto che la realtà indotta è così bella da vivere, perché scegliere la verità? A che scopo?

Ovviamente non può non esserci un rapporto con la nostra contemporaneità, altrimenti non ne avrei parlato. Secondo me la differenza tra le due realtà, quella fittizia e quella reale, esiste e va ricercata nella vita normale. L’uomo comune, che non si fa problemi, che pensa solo alle proprie vicinanze, che non si informa, che crede solo alla televisione e ne fa l’unico strumento di conoscenza… potremmo dire che quest’uomo assume dosi massicce di pillole azzurre.

Poi ci sono coloro che decidono di non vivere nell’ignoranza e cercano nel loro piccolo di avvicinarsi il più possibile alle piccole verità di tutti i giorni. Per fare questo basta ingoiare una sola volta la pillola rossa.



Leggi anche:


Il seme della follia di John Carpenter.

"Vanilla Sky" di Cameron Crowe: sogno o realtà?

"eXsistenZ" di David Cronenberg, realtà o videogame?

"The truman Show", il grande fratello.

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca su OK!

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

Condividi questo articolo su facebook Condividi su Facebook

Articoli correlati per categorie




Se ti è piaciuto l'articolo,iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

6 commenti:

  1. Complimenti vivissimi per l'analisi del tema correlata anche agli film di cui ha parlato precedentemente.Ciao

    RispondiElimina
  2. la pillola blu è la scelta del dogmatico: da wikipedia "Il dogmatismo è quella corrente filosofica contrapposta al criticismo e all'idealismo, che facendo derivare il pensiero dall'Essere presuppone la supremazia dell'oggetto rispetto al soggetto, della realtà sull'idea, e a volte persino della natura sullo spirito"

    RispondiElimina
  3. ora che ci penso: la tua è l'indicazione di una terza pillola oltre la azzurra e la rossa? o blu=azzurra?

    RispondiElimina
  4. When I originally commented I clicked the "Notify me when new comments are added" checkbox and now
    each time a comment is added I get three emails with the same comment.
    Is there any way you can remove me from that service? Thank you!
    Also visit my site - cialis reviews

    RispondiElimina
  5. Complimentissimi Matteo. Sto scrivendo un libro che tratta un argomento simile.

    RispondiElimina

è accettato ogni tipo di commento, soprattutto se in disaccordo con il contenuto del post. I commenti che contengono offese personali (a chiunque siano dirette) verranno cancellati.